Il mondo dei linguaggi di programmazione è dominato da due filosofie diverse: quella dei linguaggi "statici", come C# e Java, e quella dei linguaggi "dinamici", come Ruby e Python. Un bravo sviluppatore dovrebbe sapersi muovere senza difficoltà da un mondo all'altro, ma la cosa sembra più difficile di quello che potremmo pensare. In questo talk parlerò degli ostacoli che dobbiamo superare per diventare madrelingua in un linguaggio statico e uno dinamico allo stesso tempo, prendendo a prestito qualche idea dalla psicologia cognitiva. In particolare mostrerò come gli stessi principi di design e architettura portano ad un sistema software completamente diverso a seconda del linguaggio con il quale lavoriamo.

Video della presentazione: http://www.bettersoftware.it/media/conference/videos/java-viene-da-marte-ruby-da-venere.mp4

Comments

Comments are closed.

Splendido talk e speaker divertente.
Paolo riesce a rendere divertente e appassionante un confronto tra i due linguaggi non solo dal punto di vista tecnico ma mostrando anche le diverse scuole di pensiero che caratterizzano i linguaggi presi in esame.
È la seconda volta che vedo questo talk, ma non mi perderei nemmeno la terza.
Idolo

Concordo, talk splendido e mai noioso.

Talk molto bello è interessante.
Ho apprezzato tantissimo lo stile minimale delle slide e l'assoluta preparazione nell'esposizione (oltre alla preparazione tecnica naturalmente) di Paolo.
Complimenti.

La talk è stata molto interessate.
Mi è piaciuto molto come lo speaker ha affrontato ed evidenziato le differenze tra i due mondi.
Forse era un po' di parte :), ma questo ha permesso di aprire dibattiti con gli ascoltatori durante il corso della talk.

Rated 4

Anonymous at 14:38 on 4 Feb 2012