Uno, Nessuno, Centomila… Progetti

Comments

Comments are closed.

Rated 2

Anonymous at 16:06 on 30 Nov 2013

Molta filosofia, poche indicazioni operative
Mi aspettavo qualcosa che desse strumenti ed attitudini ad affrontare le problematiche
più spot per l'attività professionale del presentatore che una lecture utile

Concetti triti e ritriti, forse di "nuovo" solo il calcolo del Cost of Delay...

Non sono d'accordo con i giudizi negativi, forse perché in questo periodo sto affrontando temi simili a quelli trattati nel talk che quindi mi è stato utile, dandomi alcune conferme e motivi di ispirazione.

L'unico neo che individuo è che si parte sempre dal presupposto che il cliente sia già tale e che il problema sia come convincerlo a lavorare in un certo modo.

Mi piacerebbe che venisse affrontata più spesso la problematica del convincere un potenziale cliente a diventare cliente proprio perché si lavora nel modo illustrato. In tal senso ho ancora bisogno di ispirazione e conferme.

Rated 3

Anonymous at 11:12 on 1 Dec 2013

Ho partecipato a questo talk soprattutto perché mi interessava conoscere nuove informazioni/tecniche su come gestire efficacemente molti progetti in parallelo.
L'ho trovato interessante, un bel recap di molti fattori importanti da tenere a mente.
In particolare, ho trovato utili e spiegate con chiarezza (anche se per ovvi motivi di tempo solo accennate) le parti relative a come limitare il WIP e a come calcolare la Flow Efficiency e il Cost of Delay.
Sono tornata a casa con diversi spunti utili, grazie.

interessanti i contenuti e l'esperienza del presentatore. Magari alcuni temi trattati possono essere sembrati banali, ma gli spunti sulla maggiore efficienza derivata dal limitare il multitasking, la valutazione del valore percepito dai clienti (dei nostri 100k progetti) e il cost of delay (anche se sempre difficile da calcolare) sono riflessioni fondamentali per chi deve gestire la complessità. Grazie.

Ottima esposizione e preparazione del relatore ma poche novità e pochi spunti

Rated 3

Anonymous at 17:33 on 1 Dec 2013

Ottima esposizione ma pochi spunti pratici

Una buona esposizione, ma non mi è piaciuto che con la giustificazione "siamo in ritardo" il presentatore abbia tagliato la maggior parte delle slide della sezione "che fare" che avrebbero magari dato spunti pratici in più
Cose se avesse voluto condividere il suo know-how ma non nella parte pratica (quetsa ultima considerazione non vuole essere offensiva, è solo la sensazione che ho provato)
Peccato, perché era uno dei motivi per cui ero venuto a Reggio Emilia

Rated 4

Anonymous at 19:14 on 1 Dec 2013

Interessante ma forse occorreva un po' più tempo per approfondire gli aspetti pratici.

Talk interessante e con molti spunti (sopratutto sulla metrica del cost of delay), purtroppo segue uno schema molto frequente: i progetti vanno male perchè non si lavora agile, quindi bisogna lavorare agile e limitare il WIP. Probabilmente occorre dividere i due problemi: se dev'essere un talk sui benefici dell'agile, dovrebbe trattare di come arrivarci. Se invece è per chi fa già agile, dovrebbe concentrarsi sulle metriche ed evitare la parte sui benefici

Inizialmente sembravano argomenti ritriti ma poi è venuto fuori il punto principale del talk. Organizzare i progetti secondo un criterio e far indirizzare le decisioni del cliente secondo le proprie metodologie presentando esempi e motivazioni utili.

Tra gli psunti pratici che ho trovato più interessanti, oltre al cost of delay che probabilmente è già noto, ho trovato utile l'idea di mettere quanto più in evidenza gli errori e "la cacca" cosa che viene spesso messa sotto il tappeto. Credo ci sia ancora molta strada da fare e, probabilmente, la mancanza di soluzione e di direzioni sicure può aver confuso gli ascoltatori.

La curva risk, knowledge, decisions basterebbe da sola a far capire quanto é utile lavorare con un processo agile. Molto utile anche il discorso sulle priorità e sulle code.
Complimenti

Talk fantastico, relatore super-spigliato, un sacco di concetti che condivido e frasi che uso spesso anche io!

Molto utile; concreto

Rated 5

Anonymous at 21:02 on 3 Dec 2013