Managing * debt

Comments

Comments are closed.

Rated 4

Anonymous at 17:51 on 15 Nov 2014

Ottimi spunti e presentazione efficace, ma un po' sconclusionata. Pindarico.

Rated 4

Anonymous at 18:21 on 15 Nov 2014

Ottima la presentazione, mi aspettavo qualcosa di più concreto nel finale. Bella occasione per vedere il debito sotto un altro punto di vista.

Rated 4

Anonymous at 23:21 on 15 Nov 2014

Concordo con i altri giudizi espressi finora

Rated 5

Anonymous at 01:17 on 16 Nov 2014

Va bene, sei il migliore a farci scanasciare con le solite 3 o 4 slides strappa applausi, ma i contenuti? Troppi, confusi, a volte banalotti e sempre piu' fumosi. Siamo alle conferenze per imparare ad essere migliori programmatori, non per farci due risate. Non mi hai convinto

Alberto Brandolini è un ottimo oratore, tuttavia spesso chi lo ascolta rimane con l'impressione "si ma dove vuole arrivare". Forse è una scelta, forse un difetto, forse un pregio. Di sicuro l'attenzione viene mantenuta viva e il problema sul debito c'è e si sente. Tuttavia stavolta, più dell'anno scorso, sono rimasto con il dubbio: "ma allora di questo debito che faccio? me lo tengo? Lo affronto? Che m'avrà voluto dire?"

A mente fredda, ed a stomaco pieno, direi che concordo con le critiche espresse finora. Un po' per i tempi un po' per la mancanza di slides forti sulla parte di soluzioni, non sono riuscito a mettere in evidenza alcuni legami. Non necessariamente così ovvi.

Un episodio che ho tagliato per motivi di tempo, ma che per me ha avuto un forte valore simbolico è stato il seguente:

"Dopo il trasloco nella nuova sede, ci siamo trovati temporaneamente senza lavagne: i muri erano più grandi. Uno è stato utilizzato direttamente come Kanban Board, uno come Calendario ed uno come supporto ad EventStorming. Ma mancava lo spazio riscrivibile. I piani erano di fare verniciare tutto in vernice scrivibile ma ...una cosa alla volta!

L'acquisto di una flipchart si è rivelato più ostico del previsto. Il mio obiettivo era quello di fare sì che i colleghi si sentissero liberi di acquistare con la carta aziendale, ma 'sono soldi tuoi, devi decidere tu!' :-) il primo debito era organizzativo, ma passiamo oltre. Dopo qualche scossone, acquistiamo la flipchart, e *SOLO ALLORA* ci rendiamo conto del prezzo nascosto che stavamo pagando. Da una gestione incentrata sul 'cose-c'è-da-fare-oggi' finalmente abbiamo iniziato a pensare a lungo termine, e la parola 'strategia' ha cominciato a fare capolino nei nostri discorsi. Il vero debito era la nostra incapacità di renderci conto che stava mancando qualcosa.

Il problema non erano i 90 o 150 euro per una flipchart. Il problema era l'influsso negativo dell'assenza della flipchart sulle decisioni di tutti i giorni. Di cui ci siamo resi conto solo dopo."

Presentazione perfetta per leggerezza, qualità necessaria per chiudere una due giorni di conferenze, ma purtroppo i contenuti sono stati pochi e scontati.

Rated 2

Anonymous at 21:07 on 16 Nov 2014

Buono storytelling allegro, divertente ma un po' poche soluzioni originale. Ho perso il filo del discorso più volte. Riconosco però che di diversi talk eccellenti che gli ho sentito fare, una volta ogni tanto può capitare di essere sottotono.

Gli spunti di riflessione sono stati molti e validi. Forse mancava qualche cosina dal punto di vista pratico. In generale è stata una buona presentazione.

Rileggo ora che ho finito la descrizione del talk con "Domani chiarisco".

Dato che concordo con la maggior parte dei feedback riassumibile con "Divertente ok, ma poi?" ho pensato che la cosa migliore fosse condividere un po' del catalogo delle actions (pur sapendo che alcune sono molto "su misura") e mostrare un po' di collegamenti. Quelli che non sono riuscito ad illustrare come avrei voluto.

La mindmap - ancora under construction - è qua: https://mm.tt/478235545?t=YCxNFnCG2Z

Ottimo argomento e non facile analisi, anche un po' controcorrente, di definizioni che spesso facciamo nostre senza analizzarne l'effettivo significato. Concordo con l'idea del debito come ciò che "si rimanda". La parodia allegra e trascinante non credo abbia danneggiato i contenuti e non so francamente pensare ad un modo migliore di affrontare un argomento (ostico) del genere; preferisco qualche risata al pippone scientifico che credo non avrebbe avuto la stessa efficacia. In chiusura é mancato qualche consiglio su soluzioni intraprese o viste...

Rated 3

Anonymous at 17:57 on 17 Nov 2014

E' la prima volta che assisto a un tuo talk. Non sono riuscito a seguire bene il filo del discorso e catturare i contenuti, in questo la presentazione mi è sembrata debole e non ho una conclusione finale. L'esposizione comunque è stata molto brillante e mi ha tenuto ben sveglio, e alla fine del secondo giorno non è poco.

Rated 3

Anonymous at 12:10 on 18 Nov 2014

Sarà la stanchezza ma non sono riuscito a cogliere appieno tutti i concetti.
Il talk era abbastanza curato ed Alberto è un drago sul palco! :)

"Divertente" la parte iniziale dell'esposizione, però ho fatto fatica a seguire il senso del discorso, il risultato finale è che non mi ha lasciato niente dentro.

Rated 2

Anonymous at 16:37 on 28 Nov 2014

Tanti spunti interessanti ma con troppi effetti speciali chem mi hanno fatto perdere il filo del discorso

Ho finalmente trovato il tempo di riguardare meglio la presentazione. Inutile discutere dei mille motivi per cui non è andata come avrebbe dovuto.

Quello che sono riuscito a fare, è stato pubblicare una versione più completa delle slides, evidenziando alcuni passaggi troppo impliciti, o che mi ero ripromesso di evidenziare a parole, e che poi on stage non ho fatto. O non ho fatto bene come avrei voluto.

Potete trovare la nuova versione delle slides su slideshare: http://www.slideshare.net/ziobrando/managing-debt-remastered ed include anche il link alla mindmap di possibili actions pubblicata qualche giorno fa.