Keynote: Perché nel 2015 parliamo ancora di C++?

Comments

Comments are closed.

Rated 5

Anonymous at 12:48 on 9 Feb 2015

Marco è un grande speaker. Ma non perché è appassionato. Non perché riesce a gestire l'attenzione alternando passaggi tecnici con quella giusta dose di umorismo senza mai essere stucchevole, non perché riesce a comunicare concetti complessi attraverso aneddoti ed esempi semplici, non infine perché fa capire il senso delle cose prima dei meccanismi tecnici. Marco è un grande speaker tutte queste ragioni assieme. L'evento di Pordenone ne è una chiara dimostrazione. Grazie Marco.

Anonymous at 12:29 on 11 Feb 2015

Rated 5

Anonymous at 13:41 on 11 Feb 2015

mitiko! Uno dei buoni motivi per imparare seriamente il C++ ^___^

Rated 5

Anonymous at 14:11 on 11 Feb 2015

Rated 5

Anonymous at 14:11 on 11 Feb 2015

Rated 5

Anonymous at 14:11 on 11 Feb 2015

Rated 5

Anonymous at 14:34 on 11 Feb 2015

Ottimo intervento !!!

Grandissima apertura del meeting, sopratutto perché ci hai dato una tua interpretazione che, per quanto possa essere condivisa o meno, ha messo a fuoco il fatto che il rinnovamento è la chiave del successo, e l'evoluzione del c++ negli ultimi anni ne è la dimostrazione!
Ottimo anche il taglio umoristico e l'accento sulle frocerie Microsoft, hai conquistato 1000 punti solo li !!! :-)

Grazie ancora per l'organizzazione dell'evento e della giornata.

PS: i commenti di Martina sono Anonimi ma inconfondibili .... ^____^

Intervento perfetto... l'accoppiata "Nel 2015 non punterei sul C++ perché..." assieme a "Perché nel 2015 parliamo ancora di C++?" finalmente mi da un elenco completo ed esaustivo per zittire chi ancora vuol farmi butter via il C++... ;)

Ottima introduzione, ottime argomentazioni e ottimo il modo di presentarle. Ci ha dato ancora più motivazione per credere nel C++ e nelle evoluzioni cha ha avuto e avrà.
Ciao e grazie...

Rated 5

Anonymous at 12:16 on 15 Feb 2015

Rated 5

Anonymous at 08:39 on 16 Feb 2015

Intervento interessante e ben strutturato.