New to Joind.in?

Find out how we can help you make connections whether you're attending or putting on the show. Click here to learn more!
NosqlDay

NosqlDay

25.Mar.2011
Novotel

I attended 30 people said they attended. Show »

Cosa sono questi database non relazionali di cui si sente tanto parlare, accomunati sotto la sigla NoSQL? Sono davvero così efficienti come dicono? Possono veramente essere usati in un ambiente di produzione? Non è l'ennesima moda per geek dediti alla caffeina o una "buzzword" come tante altre?
Anche noi abbiamo moltissime domande e ancora dubbi aperti su questo argomento.
Perciò abbiamo pensato che la cosa migliore per capirne qualcosa di più fosse quella di organizzare un'incontro con chi ha avuto esperienza diretta su queste tematiche. Abbiamo pensato ad una giornata semplice, non troppo formale, ad un incontro fra amici e colleghi in cui poter parlare, confrontarci e discutere con persone che avessero già lavorato con queste tecnologie su progetti reali e concreti. “For real”, appunto.


25.Mar.2011

KEYNOTE NoSQL. Present, Past & Future (10:00) Rating: 5 of 5 Slides available 6
TALK Pattern/Antipattern with NoSQL (10:30) Rating: 4 of 5 Slides available 9
TALK L'evoluzione dell'analisi dei log (11:35)
Flavio Percoco Premoli, Alberto Paro
Rating: 2 of 5 5
TALK Redis: casi di impiego e sviluppi futuri (12:10)
Salvatore Sanfilippo
Rating: 5 of 5 4
TALK MongoDB e Solr in produzione (12:25)
Luca Marrocco
Rating: 3 of 5 5
TALK MongoDB with style (14:30) Rating: 5 of 5 Slides available 4
TALK OrientDB e lo sviluppo di WebApp (15:15) Rating: 4 of 5 Slides available 3
TALK CouchApps: requiem for accidental complexity (16:20)
Giordano Scalzo, Federico Galassi
Rating: 4 of 5 Slides available 5
TALK NoSQL with Graphs (18:05)
Claudio Martella
Rating: 4 of 5 Slides available 1

26.Mar.2011 at 01:33 by Anonymous (Feedback)

Bella iniziativa, interessante e molto "social", l'intervento di antirez è stato un bel colpo.

Mi permetto di esprimere qualche personale parere:
* pianificazione moooolto stretta, sarebbe stato bello avere un po' di tempo in più per discutere nelle pause
* una quota simbolica potrebbe evitare il boom di registrazioni e disdette

26.Mar.2011 at 01:34 by Anonymous (Feedback)

Una cosa "costruttiva" che è mancata? Un panel finale. Abbiamo visto N incarnazioni di NoSQL, qualche momento per "tirare le somme" poteva starci molto bene.

26.Mar.2011 at 08:45 by slamballx (10 comments) (Feedback)

Ottima conferenza piena di spunti di qualità.
Mi è piaciuta molto la scelta dei talk da 45 che hanno reso la giornata molto incalzante senza mai momenti morti.

26.Mar.2011 at 08:46 by Anonymous (Feedback)

Alcune presentazioni potevano essere piu' organiche.
Mi aspettavo piu' didattica.
In ogni caso il mio obiettivo della giornata è stato raggiunto: farmi un'idea dell'ambito e imparare alcune buzzword.

26.Mar.2011 at 09:05 by Anonymous (Feedback)

Complimenti per la scelta delle sessioni, un po' meno per la scelta della location, in particolare la sala per un numero così alto di persone sarebbe necessario fosse larga il doppio invece che stretta e lunga, ed il poco spazio di "sfogo" fuori da essa.
cmq grandi complimenti ancora.
un richiesta per la prossima: qualche track con del codice vivo per capire come ci si rapporta con questi strumenti.

26.Mar.2011 at 09:41 by dlondero (74 comments) (Feedback)

Salto a piè pari i complimenti e giungo subito ai consigli:

- concordo su quanto già detto sulla location: sarebbe stata più comoda una sala più larga e meno lunga vista anche la dimensioni non eccezionali dello schermo (da metà sala in poi parecchie slide erano di difficile lettura). Poco spazio di sfogo per fare networking e climatizzazione che poteva essere accesa almeno per controllare la temperatura.

- rispettare i tempi è fondamentale, pareva quasi che molti speaker non sapessero esattamente quanti minuti avessero a disposizione. Bisogna essere inflessibili: segnalare quando mancano 10 minuti, poi 5 e al termine si chiude. Potrebbbe essere interessate la formula 45-15 come al SymfonyLive in modo da avere spazio anche per le domande in tempi ben definiti. Pause assicurate permettono inoltre a chi deve seguire comunque quanto accade in ufficio o sui progetti di farlo senza perdere parti di talk interessanti.

- non saprei come fare ma si dovrebbe poter essere abbastanza sicuri che non si facciano talk puramente di marketing

26.Mar.2011 at 10:08 by nrk (1 comments) (Feedback)

Prima di tutto complimenti, avete organizzato un'ottima conferenza sia per i contenuti che per l'"umanità" che ha trasmesso. Non credo che nessuno vi chiedesse o potesse pretendere la perfezione fin dall'inizio (anche perché tanto non esiste ;-)) soprattutto vista la natura fondamentalmente gratuita dell'evento, ma sicuramente qualche miglioramento sparso è raggiungibile e totalmente nelle vostre possibilità per le future organizzazioni. Fatta questa premessa...

Parlando dell'organizzazione. La location è stata sicuramente azzeccata dal punto di vista della posizione (facilmente raggiungibile sia in automobile che in treno), ma forse la sala per 150 persone si è rivelata in effetti un po' angusta. Io sono arrivato in automobile e ho tranquillamente parcheggiato subito al di fuori dell'hotel in quanto c'era posto ma, almeno quando sono arrivato io, il parcheggio custodito non era presidiato da qualcuno che potesse dare qualche indicazione per l'accesso. Un consiglio utile più che altro ai relatori, ma di riflesso anche ai partecipanti che seguono: mettete un timer che sia visibile da loro dal momento che è sempre molto utile per poter calibrare in corsa le tempistiche dei propri interventi. Si eviteranno così domande del tipo "quanto è passato?" oppure facce sorprese nel momento in cui scoprono di aver sforato o di aver poco tempo, magari a discapito di alcune parti dei loro interventi potenzialmente interessanti. Ah, occhio al fastidiosissimo rientro acustico nei microfoni :-)

Parlando dei talk. Sono stati tutti mediamente molto interessanti (nel mio caso la fetta più produttiva è stata rappresentata dai database a grafo dal momento che ho cercato più volte di farmi un'idea sull'argomento senza però trovarne mai il tempo), ma onestamente avrei rinunciato volentieri a uno di essi (essenzialmente uno in meno su MongoDB visto che di fatto è stato trattato in 2.5 talk, anche se capisco come 10gen in qualità di sponsor non possa aver fatto altro che apprezzare) per dare magari spazio a più interazione o più in generale a un ritmo intra-sessione meno serrato, ed eventualmente a una chiosa finale relativamente rapida ma ad hoc che permettesse ai meno avvezzi all'argomento NoSQL di poter riorganizzare rapidamente le idee incamerate dopo aver visto all'opera tecnologie così diverse tra loro ma riunite sotto un'unica etichetta a volte fin troppo vaga.

Tutto sommato si tratta di osservazioni da "pelo nell'uovo", quindi non posso far altro che farvi ancora i complimenti in attesa del vostro prossimo evento tra quelli già annunciati.

26.Mar.2011 at 14:26 by Anonymous (Feedback)

Evento nell'insieme ben riuscito, soprattutto tenendo presente la natura gratuita dell'evento. :)

Concordo nella sostanza di quanto "criticato" finora:
- la stanza aveva una forma poco adatta
- è necessario un minimo di tempo tra un talk e l'altro, anche senza uscire dalla stanza, per parlare e confrontarsi
- il timing dei talk va tenuto sotto controllo: aiuta i relatori ad arrivare il punto, non fa trascinare le sessioni

Per tutto il resto, complimenti!
+1 per la tazza di mongodb :)

28.Mar.2011 at 08:00 by MirkoBonadei (3 comments) (Feedback)

L'evento è stato veramente ben organizzato, e colgo l'ocasione per fare i complimenti. Non era facile perchè si trattava del primo evento, ed invece è stato molto piacevole, il clima era ottimo e la maggior parte dei talk è stata davvero interessante e costruttiva.

Cercando il pelo nell'uovo potrei citare (come già vedo sopra):
- la forma della stanza, io per fortuna ero in 4a fila, ma essere ad esempio in fondo durante il talk "Mongo DB with Style" dove c'erano esempi di codice poteva complicare la comprensione
- ovviamente un timer che aiuti i relatori a regolarsi per non finire lunghi oppure trovarsi costretti a tagliare parti interessanti
- più che 10 minuti tra un talk e l'altro la formula 45+15 forse darebbe più spazio alle domande nei talk interessanti e lascerebbe quei 10 minuti di pausa in quelli dove le domande non ci sono

Ad ogni modo, lo staff ha fatto un ottimo lavoro. Complimenti ancora.

28.Mar.2011 at 13:22 by Anonymous (Feedback)

In generale un bell'evento, organizzato piuttosto bene!

L'unica cosa che avrei aggiunto, come contenuti, poteva essere una sessione iniziale diciamo "introduttiva" all'argomento, per chi aveva letto qualcosina ma non ha ancora ben chiare le basi: ad esempio quando Gabriele Lana (mi sembra) ha chiesto se tutti conoscevano il concetto di map / reduce, diversi hanno risposto negativamente!
La possibilità di avere una sessione del genere sarebbe stato cmq un plus rispetto a quello che si può trovare online, avendo la possibilità di interagire con gli altri.
Inoltre sarebbe stata giustificata trattandosi di un argomento non ancora così diffuso, di cui questa era la prima conf di un certo spessore in Italia!

L'unica altra pecca che mi può venire in mente può essere la sala, più lunga che larga (anche se fortunatamente ero tra le prime file).

Per il resto, come dicevo, ottima organizzazione con molti dettagli curati!

31.Mar.2011 at 22:26 by Anonymous (Feedback)

Un po' in ritardo dico la mia: ottimo, ottimissimo! tutto molto interessante, giornata intensa e ricca di spunti. Talk, relatori e organizzatori all'altezza del buzz-evento. Condivido i pareri già espressi ma aggiungo che non mi è piaciuta l'idea del pranzo. Sembrava un pranzo di nozze riuscito male, per tanta gente non è sempre meglio un ampio buffet senza posti a sedere? Secondo me ci saremmo saziati meglio e avremmo socializzato di più.

© Joind.in 2014